A proposito dei bei libri e dei grandi autori trascurati

Joseph_RothIl fatto che in Italia si vendano (e si recensiscano) tanti romanzi disanimati, e poi i libri di alcuni grandi tromboni  mediaticamente onnipresenti, mentre  i “grandi libri” di La Capria circolino entro nicchie di lettori fedeli ma sparuti, è certamente uno scandalo.  Guillaume_ApollinaireNegli Ultimi viaggi dell’Italia perduta ci imbattiamo in questa frase: “La Bellezza di cui qui si parla non è un fatto puramente estetico, ma ha a che fare con la nostra più segreta identità e con la nostra memoria immaginativa…”. Negli anni ’50 Carlo Levi scriveva che “altri popoli vivono attorno a una istituzione, a un patto giuridico, a un esercito, a una religione, a una certa idea dello stato”, mentre  gli italiani si raccolgono  attorno all’arte, al “primato del momento estetico” (da un articolo del 1956 su “Holiday”: “Where art is life”).  Robert_WalserE’ qui in gioco una intera civiltà, appunto con una sua idea di bellezza: idea non formalistica, non estetizzante, non decorativa, non riducibile alle sfilate di moda. La bellezza corrisponde a un modo di essere, di vivere, di relazionarsi agli altri e al paesaggio. Oscar_WildeE tutto questo La Capria non ce lo spiega in un trattato ma ogni volta ce lo mostra nella sua scrittura, nel suo “stile dell’anatra”. Sulla quarta di copertina di un suo libro precedente,  America 1957, a sentimental journey – un reportage lirico-narrativo – leggiamo  che lo stile dell’autore  “combina la  semplicità con la complessità”. Si tratta di una osservazione critica di assoluta esattezza. A ben vedere questo mix di semplicità e complessità è il sigillo della grande tradizione italiana, di quella miracolosa visione del mondo che nel nostro paese affiorò  lungo tre o quattro secoli in letteratura, nelle arti figurative e in musica. Pensiamo  alla “sublime semplicità” delle complicate architetture  ariostesche, come volle definirle De Sanctis.Hugo_von_Hofmannsthal

F. Montalto

 

I vostri commenti possono essere siglati da uno pseudonimo, garantiamo l’anonimato a chi ce lo richiede.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *