Category: Strategie

STRATEGIE
Leggi qui gli interventi dei nostri esperti di strategie internazionali

0

In guerra con Hollande di Akim

Jean Daniel, non l’ultimo venuto in tema di analisi politica, ricorda a mr. Hollande che la sua dichiarazione di guerra a Daesh o Isis è la rezione più irrazionale e negativa che si poteva mettere in campo anche da parte di un personaggio di scarso spessore politico e umano come il piccolo burocrate socialista attualmente...

0

Credevano, i nostri occidentali boccaloni

Credevano, i nostri occidentali boccaloni, che l’Is mirasse alle rovine di Palmira, e alcuni si chiuedevano se non era il caso addirittura di “morire per Palmira” e la memoria delle beneamata Zenobia. In realtà l’is è concreto e strategico, mirava alla città che poi ha conquistato, quando le truppe nemiche si sono attestate a difendere...

0

Cosa ci serve Obama

Pochi appunti oggi. Qualcosa però di saporito. Per orientarci su cosette che pochi sanno. Di cui pochi parlano. Di cui pochi sembrano far caso quando invece sono la chiara dichiarazione dell’atteggiamento della prima potenza mondiale, gli USA,  sullo scacchiere strategico internazionale. Si tratta di aver letto il National Security Strategy  da cui è possibile intendere come...

0

E ora tocca alla Tunisia e…agli Italiani

Il drammatico attentato di Tunisi ha finalmente messo in allarme anche l’Italia, solo perché nella tragedia provocata dai killer dell’Is sono stati coinvolti anche nostri concittadini. Lo avevamo detto, l’Italia comprenderà quanto è pericoloso avere di fronte alla porte di casa una serie di stati falliti ed in particolare la Libia, diventato novello Afghanistan, solo...

0

LA PRIMAVERA DA’ CERTI FIORI, POI VENGONO I FRUTTI

Grandi entusiasmi pieni di speranze utopiche e astoriche quelle generate dalle cosiddette primavere arabe. L’idea che quei bei luoghi potessero essere garantiti alla nostra laica fruizione di democrazia consumistica, di fatto ormai miserabilmente globalizzata, come tanti Club Mediterranée con i locali contenti di andare a votare e ricevere il nostro turismo più o meno pensionato...

0

Povera Italia, tra NATO strabica e Europa dei banchieri

In questi giorni stiamo vivendo la tragicommedia finanziaria della Grecia, che appassiona tutta Europa. L’Italia deve giocare in sordina, perché se Atene a suon di truffe si è creata un debito del 170% del PIL, l’Italia è al 137%. Non parleremo in questa sede del gioco perverso e dai guadagni che i creditori della Grecia...

0

CHI HA PAURA DI VLADIMIR PUTIN  di Galland

Galland ci scrive: Tutto il mondo si è fermato per protestare e per inviare un forte segnale a Vladimir Putin all’indomani dell’assassinio dell’oppositore Boris Nemtsov. Naturalmente i killer, ceceni, ça va sans dire, sono stati assicurati alla giustizia. Facciamo finta di crederci. Il messaggio però è chiaro: Putin, non farlo più, altrimenti… Altrimenti cosa? Lo Zar...

0

LA “METEORA” LIBIA

GALLAND CI SCRIVE: Dopo essere stata dimenticata per oltre tre anni, la Libia torna al centro dell’attenzione internazionale e, come una meteora, attraversa anche il cielo italiano. Tanto per non smentirci, rimediamo subito una brutta figura con due ministri che si scoprono interventisti e il presidente del consiglio che di fatto li smentisce a stretto giro...

0

Chi ha paura del terrorismo?

GALLAND CI SCRIVE: Strano Paese l’Italia. A fatica, distrattamente, si accorge di quanto sta accadendo sull’altra sponda del Mediterraneo, al massimo si accende per il problema immigrazione, ma solo in chiave economica o, a esagerare, culturale. Poi, improvvisamente, l’attacco terroristico nel cuore di Parigi provoca preoccupazione o persino isteria, ma non ancora consapevolezza. Per qualche...

0

Un ostaggio di troppo

Proseguono i nostri report sulla situazione di guerra che ormai ci circonda. Magari qualche letterato pensa che parliamo d’altro che non di cultura e letteratura. E di scrittura. Ma se questa non è scrittura nel corpo e nel sangue della gente… Un ostaggio di troppo di GALLAND L’Occidente fatica molto a comprendere e ad avere...