WikiCritics

Per contatti: info@wikicritics.com

QUESTO SPAZIO CENTRALE È DEDICATO ALL’INCONTRO DI OPINIONI SU QUESTIONI CHE RIGUARDANO LA COMUNICAZIONE, LA SCRITTURA, I MEDIA.

TUTTO QUANTO FA STILE, OPINIONE, IMMAGINE.

UN’ANALISI SUI MODI IN CUI I DIVERSI POTERI E I MERCATI COSTRUISCONO E PROPONGONO CULTURA E ENTERTEINEMENT. OVVERO LE LEGGENDE, LE STORIE, LE CREDENZE CON CUI CI COSTRUIAMO E INTRATTENIAMO.

Clicca le rubriche Book Parade, Falsh Parade, Strategie, I libri migliori, Classifiche stampa, per leggerle sul settore centrale.

 

 


DAL TITOLO DEL CELEBRE RACCONTO DI MELVILLE, DOVE UN IMPIEGATO ANONIMO E UN PO’MISTERIOSO RISPONDE SEMPRE CON QUESTA FRASE AGLI ORDINI DEL SUO CAPUFFICIO, E' LA NUOVA RUBRICA SETTIMANALE DI WIKICRITICS

Clicca qui per gli articoli


0

I SENZA MONDO di Paolo Morelli

In un bel film messicano del 2007, La Zona, del regista Rodrigo Plà, si racconta di una città, pressoché contemporanea, in cui i ricchi sono costretti a vivere rinchiusi in una cittadella o bunker fortificato e protetto da sofisticati sistemi di allarme, nonché circondato dalla gran massa minacciosa dei poveri. Il film funziona, è efficace...

0

La word cloud degli imbelli di Paolo Morelli

Vanno di moda le word cloud, vale a dire quei programmi elettronici che eleggono le parole più usate in un testo, o in un discorso. È un gioco che si usa ormai dappertutto, perfino alla Domenica Sportiva e nei talk show. Ora avviene, proprio guardando uno di questi talk show, che tra le parole più...

0

Ecco come un artista si trova a operare qui da noi, di Paolo Morelli

Se fosse un film sarebbe… di Paolo Morelli   Era la fine del maggio frizzante di quest’anno quando il regista, il cineasta Claudio Caligari è passato a miglior vita, come si dice. Aveva 67 anni. In 45 anni almeno di dedizione alla sua arte è riuscito a portare a termine due film (Amore tossico, grande...

4

La colpa daa moje. (Normalità Italiana) di Angela Scarparo

La colpa daa moje. Perché ce l’hanno tutti, così tanto, con la normalità.   E come mai in Italia, più che in altri paesi d’Europa, è così difficile al cinema, come nella narrativa, affrontare la normalità? E come mai ci sarà sempre da occuparsi, a partire dalle Regioni, qui del problema della droga, là di...

1

Sulla critica: alcune questioni di un anonimo disorientato

In primis: davvero, come pare da alcune reazioni a un libello di critica letteraria, la critica non affronta correttamente testi e autorei ma solo li offende? Per criticare bisogna aver raggiunto una pulpito qualsiasi, altrimenti la critica è solo disturbo? La critica è lavoro ermeneutico doveroso e utile  o solo  aggressione fastidiosa alla sacralità di...

Copertina jpg 0

Gli APOSTATI a Fahrenheit

domani alla fiera romana Più libri più liberi la rubrica culturale di RAI 3 Fahrenheit intervista alcuni autori di “12  APOSTATI” edito da Enrico Damiani editore.  

0

ULTIMI VIAGGI NELL’ITALIA PERDUTA di Raffaele La Capria.

Un grande libro di cui il meccanismo editoriale, librario e critico contemporaneo non dà la necessaria comunicazione al lettore. Eppure è pubblicato da quello che non è certo un “piccolo editore”, ma dal grande Bompiani. Un libro stupendo, con pagine meravigliose che evocano il paesaggio di un Paese ormai inghiottito dalla stessa incuria, dalla stessa...

1

Il Paradosso di una civiltà di Akim

La verità in un bellissimo quadro rinascimentale italiano appare trionfante dopo tutta la serie di umiliazioni e quindi travisamenti a cui inevitabilmente si tenta di sottoporla. La verità finisce per venira fuori, credevano i cristiani di allora. Oggi la sfuducia di una sua affermazione finale è invece diffusa. E questo è evidentemente dovuto a una...

0

STRAGE DI PARIGI – Altro che JE SUIS PARIS

  Strage di Parigi. Continuiamo a dirlo. Lo scrivono attenti osservatori, fra cui Camilla Baresani e Filippo La Porta. La conoscenza europea delle questioni islamiche è addirittura ridicola. Per quale superficialità e mancanza di rispetto? Come è possibile che un libro fondamentale come “L’Islam contro l’Islam” da noi pubblicato nel 2013, testo che in Francia...

5

Uccidiamo la poesia (o almeno facciamole un po’ male) di Gilda Policastro

GILDA POLICASTRO, AUTRICE, BLOGGER, CRITICA ACUTISSIMA,FORSE IN RISPOSTA AL NOSTRO “12 APOSTATI” CI SCRIVE QUESTO LUNGO E SAPIDISSIMO ARTICOLO CHE QUI SUBITO PUBBLICHIAMO:   UCCIDIAMO LA POESIA   Ricorsivamente, sulle poche terze pagine che resistono all’imperversare delle polemiche in formato tweet, si pubblicano quei dibattiti cosiddetti accademici, o discussioni sul sesso degli angeli, in cui...