Poiché Morelli giorni fa ci scrisse a proposito di “Tutti i colpevoli! da noi pubblicato…

Caro Morelli,

il nostro lavoro di editori e fomentatori di cultura e dibattito passa per mille iniziative e provocazioni. Mescolare ilgenere così venduto del thriller americano e poi svedese e poi italico e quindi vernacolare che ha preso piede per ragioni di facilità di vendita, mescolarlo, come si è sempre fatto in letteratura e in ogni arte, con un approccio stilistico e analitic alto e non stupido ( come in questo “Tutti i colpevoli”), è un modo per usare il linguaggio del tempo per dire cose che ci interessano e dibattare questioni volutamente rimosse e dimentciate.
Pur di attivare attenzione e dibattito siamo pronti a tutto. Il prossimo libro che uscirà in maggio è un romanzo addirittura sul famigerato ventennio fascista, scritto da un’anziana e misteriosa signora che lo ha vissuto e sa raccontarcene ombre e luci, come anche ombre e luci della “Liberazione”.
Così il prossimo pamphlet “Il giardino delle delizie” racconterà di ascolti e spionaggio e messa a morte giudiziaria di semplici poveri sospetti ad opera della di quella che l’autore Anonymous definisce Dittatuta democratica globalizzata ovvero l’Inganno Democratico in grado di far passare le leggi più totalitarie e ammazzacristiani per un genocidiodi fatto del genere umano che neppure Stalin e Baffetto Ciuffetto erano riusciti a realizzare.
Grazie quindi a Morelli per la sua lettura acuta e intelligente.

I vostri commenti possono essere siglati da uno pseudonimo, garantiamo l’anonimato a chi ce lo richiede.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *