“Roma è una bugia” di Filippo La Porta

Avete visto il bruttissimo film su Roma di WOODY ALLEN?

Eppure a Parigi aveva fatto una cosa carina.

Ma a Roma!

Avete visto il pastiche dolcevitesco senza vita dell “Grande Bellezza”?

Avete visto la Ferilli con l’ansia e la noia di vivere e il Mastroianni snob invecchiato di Toni Servillo con giacche colorate che non si capisce come si guadagni da vivere? Almeno Mastroianni faceva gli scoooooop porno per non scrivere il GRAAAAANDE ROMANZO ITALIANO.

Avete visto quello dell’attrice Boccalarga (JRoberti ) che si intitola più o meno “Mangia, ama, scopa” in cui si incontra con attori ispanici che fingono di corteggiarla all’italica?

Niente di tutto questo (né provincialismo e dilettantismo turistico da boccaloni amerindi, né enfgasi barocca al rromana come la pasta allamtriciana coi lustrini!

“Roma è una bugia” di Filippo La Porta è un libro ironico, sapiente, divertente, colto.

Roma è rispettata e presa di petto e in giro.

È una Roma intensa, piena di sorprese, raccontata da uno che la conosce, la ama e ne vede gli orrori. Ma al di là di questo “Roma è una bugia” è un libro che si iscrive nella grande letteratura di viaggio e di approfondimento etnico/storico/ artistico.
Se vuoi conoscere una Roma con la quale è possibile ancora avere un rapporto umano è intelligente leggi “Roma è una bugia”. E

Mandane una copia a Woody Allen.

La vostra amica Luciana Darti

I vostri commenti possono essere siglati da uno pseudonimo, garantiamo l’anonimato a chi ce lo richiede.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *